Tether USB su Mikrotik con Nexus 5

I Mikrotik sono router estremamente elastici, vederli però effettuare un tether USB LTE con il mio Nexus 5 mi ha sorpreso. La configurazione è banale e dovrebbe andare anche con altri telefoni Android. Per prima cosa bisogna configurare il telefono con lo storage in modalità MTP o PTP. Nel caso del Nexus se una di queste due impostazioni non è flaggata non vi farà attivare la modalità tethering USB. Colleghiamo il cavo USB - microUSB al Mikrotik e attiviamo il tethering. In Winbox comparirà una nuova interfaccia (lte1). Nel mio caso non è possibile effettuare uno scan o ottenere info sull'interfaccia. Magari con altri telefoni con modem diversi queste due funzionalità potrebbero andare. Per poter utilizzare l'interfaccia basterà attivare un DHCP client sull'interfaccia LTE. Nel giro di un secondo vi verrà assegnato un IP. A seconda del caso potete decidere di aggiungere una route automaticamente con una specifica distance, oppure non crearla e fare tutto manualmente. L'ultima cosa da fare, assolutamente necessaria per poter navigare è aggiungere una regola di NAT masquerade sul traffico in uscita dall'interfaccia lte1. La configurazione di base è servita. 🙂

Rimuovere account SIP da un Nexus phone

Pochi giorni fa ho aggiunto un account SIP sul mio Nexus 5 per poi accorgermi che non vi è nessun modo di eliminarlo dall'interfaccia. Questo problema si presenta con Android 4.4, probabilmente su tutta la lineup di prodotti Nexus (non confermato). Il tutto è causato da un piccolo bug di visualizzazione che non rende visibile i 3 puntini del tasto menù nella modalità portrait. Se avete un tasto menù fisico questo non è un problema, ma i Nexus non li hanno... Mettendo in modalità landscape però è possibile eliminare l'account.

Pebble: uno smartwatch un po' controtendenza

Quello che voglio esprimere con questo post sono una serie di considerazioni personali dopo aver provato il Pebble per più di due mesi.   Innanzitutto vado a spiegare il titolo del post! Perchè il Pebble dovrebbe essere uno smartwatch controtendenza? A mio avviso il Pebble si differenzia parecchio da prodotti come il Galaxy Gear, Sony Smartwatch o i'm watch. L'idea di fondo del Pebble secondo me è la seguente: fare poche cose ma farle bene! Infatti non troveremo un display a colori risolutissimo e touch, fotocamera o altre diavolerie. Il Pebble nasce semplicemente come un orologio e come secondo display per lo smartphone, con l'unico scopo di evidenziare le notifiche. O almeno io la vedo così. In realtà con l'affinamento delle SDK il Pebble può essere utilizzato in congiunzione con determinate apps per mostrare varie informazioni su display. Sfortunatamente sono ancora poche le applicazioni che integrano queste funzionalità. Il costo e le funzionalità offerte ne fanno sicuramente uno dei migliori, se non il migliore, smartwatch in circolazione. La disponibilità non è sicuramente il punto forte. Dobbiamo tener presente che questo prodotto è nato da una campagna di enorme successo su kickstarer e quindi non può godere dei canali di distribuzione

Continua a leggere >>>

Download di un ebook dal Play Store su device Android

Da qualche giorno sono in possesso di un tablet Android da 7", un dispositivo che ben si presta alla lettura di libri e riviste. L'applicazione Play books ci viene sicuramente incontro e, oltre a poter usufruire della vasta raccolta di libri gratuiti o a pagamento che big G ci mette a disposizione, ci vien data la possibilità di caricare materiale nostro sul nostro account.   I libri vengono letti in streaming, questo però richiede una connessione ad internet. Non avendo un modulo 3G non vorrei trovarmi nella situazione di non poter leggere quando non connesso in internet. Fortunatamente Google Play Books ci da la possibilità di scaricare in locale l'intero libro e di leggerlo in tranquillità senza preoccuparsi della connettività. Tutti i libri presenti localmente sul dispositivo saranno identificati da una puntina verticale bianca in un cerchio blu nell'angolo in basso a destra del libro. Per effettuare il download basterà premere i classici 3 puntini, presenti su ogni elemento, e premere su Conserva sul dispositivo. Ammetto che non è particolarmente facile beccare i 3 puntini, data la ridotta dimensione dell'icona. Il più di delle volte inavvertitamente si apre il libro al posto di vedere le impostazioni.   Maggiori informazioni possono essere

Continua a leggere >>>

Rimuovere le apps non installate dal menù "Le mie app"

Ho notato questo "problema" già da diverso tempo. Praticamente tutte le applicazioni che andremo ad installare sui nostri dispositivi Android rimarranno presenti nel menù "Le mie app" anche se disinstallare da tutti i device. Come per Google Keep, dovremo agire direttamente dallo smartphone. Una volta aperto il Play Store andiamo al sottomenù "Le mie app" e ci spostiamo sulla tab "Tutte". Qui ci comparirà l'elenco di tutte le applicazioni che avremmo "acquistato" dallo store, installate e non. Se un'applicazione non è installata ci comparirà una X nell'angolino in alto a destra. Tappando su quest'ultima potremo eliminare l'applicazione dall'elenco. Reiteriamo per tutte le apps e il gioco è fatto. 😉 Diciamolo, non è un vero e proprio problema. Mi dà però fastidio che le applicazioni non installate mi compaiano nello store marcate come già installate. 😀

Riordinare le note in Google Keep

Google Keep è un utilissimo servizio per la creazione di note e liste, disponibile già da qualche mese. Non è Evernote, e sicuramente ha una frazione delle features di quest'ultimo. Tuttavia è stracomodo perchè integrato con il mondo Google. Non è necessario quindi effettuare il login su più servizi. E per di più Evernote non permette la cancellazione dell'account e VOI sapete come la penso a riguardo... 😀 Una delle mancanze più gravi tuttavia è la funzionalità di riordinamento delle note. In alto infatti troveremo sempre l'ultima nota creata, che non necessariamente è la più importante. Per effettuare il riordinamento personalizzato bisogna per forza di cosa passare per l'applicazione Android Google Keep. Dall'interfaccia web questa funzionalità non è ancora supportata, nonostante le numerose richieste da parte degli utenti. Una volta lanciata l'applicazione su uno smartphone o tablet basterà tener premuto sulla nota da spostare e riposizionarla.

Questa sì che è integrazione fra sistemi!!!

Piccolo post riflessivo su come dovrebbero andare le cose nel mondo dell'elettronica di consumo. Per spiegarvi cosa intendo vi voglio raccontare cosa mi è successo poco fa. Vi premetto che quello che seguirà non è assolutamente niente di straordinario, anzi è l'esatto opposto. Io sono un vero amante della musica, praticamente quando sono davanti al PC, per il 95% dei casi sto anche ascoltando musica. Come player audio uso il fantastico Foobar2000, ed ovviamente da bravo androidiano uso la corrispettiva apps foobar2000 controller. Ma arriviamo al nocciolo della questione. Poco fa stavo ascoltando della musica ad un volume non troppo consono al vivere in appartamento. Questo può far intuire che non avrei potuto sentire la suoneria del cellulare nemmeno se lo avessi dietro l'orecchio. Ma in realtà cos'è successo? Semplice, l'applicazione allo squillo ha inviato il segnale di stop a foobar. Interrompendo la riproduzione e permettendomi di rispondere senza dover abbassare il volume o interrompere la riproduzione manualmente. Al termine della chiamata tutto riparte da dove si era fermato. Esempio molto semplice che può far intuire dove stiamo andando, o per lo meno dove siamo diretti. Immaginate un comportamento del genere applicato alle apparecchiature di uso più comune, ad esempio:

Continua a leggere >>>

foobar2000 incontra Android

Ormai è da un po' di tempo che sono diventato un profondo estimatore di foobar2000, e giusto ieri mi sono posto una domanda. E' possibile comandare foobar2000 tramite smartphone? La risposta si trova tra i molteplici componenti aggiuntivi di terze parte. Googlo un po' e trovo agilmente la soluzione: foobar2000 controller. Il funzionamento è molto semplice, i componenti che si andranno a installare creeranno un piccolo webserver per la nostra rete locale, gestito da foobar2000. Questo darà la possibilità ad uno smartphone Android, che si trova collegato alla stessa rete, di poter interagire con foobar2000 tramite l'apps gratuitamente disponibile in Google Play: foobar2000 controller. Esiste anche una versione a pagamento (90 cent) che include la funzionalità dei widget ed elimina i banner pubblicitari. Il procedimento per il download è estremamente semplice, scaricate questi tre componenti: foobar2000controller v1.1.zip foo_httpcontrol component Playback statistics component Dopodiché installate il componente foo_httpcontrol, potete farlo semplicemente da foobar2000, andando nel menù delle impostazioni -> Components -> Install (dando il path del file zip). Il componente Playback statistics invece per l'installazione richiede solamente un doppio click. Poi scompattate il contenuto del file foobar2000controller_v1.1.zip in "%APPDATA%\foobar2000\foo_httpcontrol_data\". A questo punto al prossimo avvio di foobar2000 Windows vi notificherà che il programma sta

Continua a leggere >>>

Wake on LAN con Android

Per la serie cose inutile ma "tamarre" ecco come accendere il computer via wake on lan ( WOL ) con Android. Dico inutile perchè non ha molto senso accendere un computer via LAN se si è nella stessa stanza o nella stessa casa in cui si trova il computer. D'altro canto diventerebbe una cosa utile se il computer da accendere non si trovasse nelle vicinanze. La procedura non è in se difficile. Come prima cosa bisogna essere sicuri che il computer sia collegato alla rete via cavo ethernet e non via wifi ( infatti si chiama wake on lan non wake on wifi ). In seguito bisogna assicurarsi che l'opzione wake on lan sia presente nel BIOS e porti la voce "Enabled". L'opzione in questione può variare di nome in base al BIOS installato. Nel mio caso ad esempio "PME event wake". Se avete dubbi potete sempre consultare il manuale tecnico della vostra motherboard. Ora da esegui date il comando "ncpa.cpl" per poter visualizzare le schede di rete presenti nel PC. Selezionate la scheda di rete che effettuerà il WOL e andate su "Proprità". Nella finestra che vi comparirà premete sul tasto "Configura" ed andate nella tab "Risparmio energia". Qui

Continua a leggere >>>

Apps of the week [#6] - Week #35 2011

  Settimana un po' fiacca questa. Non è proprio semplicissimo proporre apps nuove ogni settimana :D.   Do it Tomorrow [GRATIS]: questa app ci permette di appuntare eventi o cose da fare domani. Perchè fare oggi quello che si può fare domani?! 😀 Earthquake Alert! [GRATIS]: non è il massimo dell'utilità, però è bello tenere d'occhio tutti i terremoti che avvengono sul nostro pianeta. Per 400KB direi che ne vale la pena. imo.im [GRATIS]: chat in mobilità, questa app fa sicuramente per voi. Esistono moltissime alternative però imo.im è gratis, è multiprotocollo ( Facebook Chat, Google Talk, Skype, MSN, ICQ/AIM, Yahoo, Jabber, e Myspace ) e per di più funziona anche bene. Provarla non costa nulla. 😉 Perfect Viewer [GRATIS]: questa applicazione ci permette di visualizzare sul terminale i comic book in svariati formati ( CBZ, CBR, CB7 ). L'app è davvero completa e offre moltissime impostazioni. E' un must per tutti gli amanti del genere.

Site Footer