Fumare senza conseguenze, anche se sembra un’utopia, è arrivata la “sigaretta elettronica”

Non nuoce alla salute e può essere usata anche nei luoghi pubblici: La “Crown 7” è la sigaretta elettronica senza fumo. Prodotta in Cina e venduta sul web, sta conquistando l’America. Lunga quanto una penna e costituita da una batteria, un vaporizzatore, una capsula-ricarica di nicotina, non contiene sostanze chimiche ( si spera anche non radioattive ), tossiche, cancerogene, mutagene come una sigaretta normale ma solamente aroma di tabacco e glicol propilene ( un additivo che trattiene l’umidità e che viene usato anche nelle vere sigarette ). In questa sigaretta elettronica si inseriscono ricariche di nicotina sotto forma di piccoli filtri che vengono vaporizzate e inalate. Il costo di queste ricariche si aggira su due dollari e quello della sigaretta sui cento. Ne esistono tre versioni: per sigaretta, per pipa e per sigaro. Abc Ron MacDonald che commercializza questo tipo di sigarette negli Stati Uniti dice: ”puoi gustare la tua dose di nicotina in ogni luogo, bar, ristorante e anche sul posto di lavoro senza trasgredire la legge. Penso che questa invenzione rappresenterà il futuro dei fumatori”. Se volete la mia opinione a riguardo vorrei sottolineare come il piacere di fumare una sigaretta si riduca semplicemente ad una assunzione di

Continua a leggere >>>

HSDPA, il futuro è senza fili

Come è stato il passaggio tra telefono fisso e cellulare, urgeva porre una nuova versatilità alla tecnologia ADSL. Al di là delle tremende trasmissioni a fibra ottica di fastweb e la connessione di tipo simmetrico VDSL2 adottata in Germania e in Francia, sono ora possibili connessioni senza fili ( simili al wireless ) che, se pur con una trasmissione ridotta, permettono di collegarsi al web solo con una speciale chiavetta usb. Esso è l’High Speed Downlink Packet Access ( HSDPA), che in Italia viene indicato con ADSM ( ADSL Mobile ), è un protocollo che partendo dallo standard UMTS ne migliora le prestazioni, aumenta la capacità delle reti, ed amplia la larghezza di banda. Se volete un mio consiglio, se non siete degli appassionati e avete alternative, fatevi un abbonamento tutto incluso e non pensate neanche a questa possibilità. Se avete invece la necessità di avere la connessione internet in modo facile mentre ci si sposta, allora è l’unica alternativa. Fate attenzione però, le tariffe possono essere regolate in base al tempo e alla quantità di dati inviati. Il mercato non è ancora molto sviluppato e questo tipo di lusso potrebbe costarvi molto caro.

La magia del protossido d'azoto (ON2)

NOS Scoperto nel 1772, l’ ossido di diazoto (ON2) venne usato come anestetico che permetteva di rimanere in uno stato semi-dormiente. Ciò avviene perché il diossido di azoto interferisce a livello del sistema nervoso agendo tra le giunzioni (termine tecnico “sinapsi”) dei neuroni che trasmettono l’impulso (per gli amici “potenziale d’azione”) dolorifico generato dai recettori di dolore (nocicettori). Il nos viene oggi utilizzato come propellente spray e come comburente (ossia una sostanza che permette al combustibile di bruciare e che nelle normali combustioni è identificato con l’ossigeno biatomico) nei missili. Ma non parliamo di questo!   parliamo invece dell’utilizzo più innovativo e a mio parere più ovvio che se ne possa fare:  la competizione automobilistica. :- ) Legale e non. Il NOS può essere installato sia su autovetture normali (con dovute modifiche) e da corsa; il biossido d’azoto, chiamato nell’ambito automobilistico “protossido d’azoto”, viene iniettato assieme al carburante nel condotto di aspirazione del motore in questo modo...

Browser per tutti i gusti, a voi la scelta

Un browser web ( in italiano: navigatore ) è un programma che ci consente di visualizzare e interagire con testi, immagini e altre informazioni che sono tipicamente contenute in una pagina web di un sito ( o all'interno di una rete locale; termine tecnico lan ). Il browser è in grado di interpretare il codice HTML ( e più recentemente XHTML ) e visualizzarlo in forma di ipertesto. L'HTML è il linguaggio con il quale la maggioranza delle pagine web nel mondo sono composte: il web browser legge le frasi scritte con l’HTML,coordina i dati e riesce a comporre una pagina web. I browser vengono utilizzati solitamente su pc, sia fissi che portatili ma ci sono altri dispositivi che ne sfruttano la capacità come i palmari e gli smartphone. Questo articolo vi darà la possibilità di avere una panoramica generale su molti dei browser in circolazione tenendo conto delle caratteristiche e dell’etica che si pone. Sarà perciò una guida alla scelta del browser che fa più per voi.

La Fiat sbarca in America

E' fatta: Fiat ha acquisito il 35% della americana Cheysler. Esiste l'ulteriore possibilità che fiat arrivi al 55% in futuro. La scelta è stata fatta per due esigenze differenti: la casa americana ha estrema difficoltà nell' imporsi nel mercato statunitense con nuovi modelli ecologici e di piccole dimensioni. Il gruppo torinese ha bisogno di nuovi mercati, entrando nel capitale di Chrysler senza alcun esborso ma fornendo solo tecnologia e impegnandosi a ristrutturare alcuni siti produttivi di Chrysler per la produzione di modelli e componenti Fiat. Strategico per la Casa americana è la vasta gamma di auto piccole di cui Fiat dispone. Essa potrà usufruire dei 3300 punti vendita Chrysler per vendere  oltreoceano Alfa, Fiat 500, Lancia e Iveco. Dio benedica l' America e i suoi soldi.

Stanley: un’automobile che fa tutto da sola

Il direttore del laboratorio di intelligenza artificiale dell’università di Standford in California Sebastian Thrun, stanco di guidare, aveva ideato almeno sulla carta, le caratteristiche di una perfetta auto ad intelligenza artificiale. Essa doveva essere capace di: eliminare l’errore umano e il 95% di incidenti. Comprendere la tipologia del percorso e la presenza di banchi di nebbia o incroci. Capire il percorso migliore per evitare intasamenti. Essere integrato con una rete wireless per interagire con semafori, parcheggi e altre segnaletiche....

Sweellfuel: un'altra soluzione al problema dell'inquinamento

Si chiama Swellfuel (combustibile elegante). Si tratta di una chiatta ancorata sul fondo del mare che sfrutta il moto delle onde e soprattutto delle maree per produrre energia. Ha la capacità di generare 350 mila kilowatt in un anno e cosa molto importante, può essere utilizzata in più unità nello stesso luogo. L’inventore di questo tipo di centrare, il texano Chris Olson, avrà l’appoggio tecnologico della Siemens che attirata dall’affare, creerà i componenti necessari. Le prime Swellfuell saranno operative quest’anno in isole remote delle Filippine, in Salvador, in Cina. Le grandi capacità di questa centrale sono collegate al fatto che sfrutta energia rinnovabile e costante; non crea nessun inquinamento acustico o visivo e può essere utilizzata in zone difficili da raggiungere dalla normale rete elettrica. Per saperne di più: www.swellfuel.com

Storia e caratteristiche del diritto d'autore

LA STORIA: Il diritto d’autore è un ramo giuridico che non venne considerato fini all’invenzione della stampa quando, con la nascita delle imprese editrici, fu possibile riprodurre lo stesso manoscritto, molteplici volte. Il problema delle opere letterarie ad ogni modo era già presente nei tempi antichi: Seneca per esempio, aveva notato come il libraio Doro, parlasse dei libri di Cicerone come se fossero suoi.

Nucleare anche in Italia

L’Italia sta per dare il via alla costruzione di 8-10 centrali atomiche di III generazione basata sull’uso di uranio 235. Si calcola che la prima pietra sarà posata nel 2018.L’obiettivo sarebbe quello di arrivare almeno al 20% di energia erogata tramite il nucleare. Con 2 centrali nucleari di IV generazione (ultima), si potrebbe raggiungere l’autosufficienza. Punto a sfavore rimane che l’ U235 sarà disponibile sulla nostra terra ancora per una ottantina d’anni data la sua scarsa presenza e la grande domanda per produrre energia. L’investimento sul nucleare continua e oltre a essere già presenti centrali capaci di usare il plutonio 238 ( detti autofertilizzanti ) sarà possibile usare il thorio 232:un materiale più sicuro, più presente sulla terra e con minori problemi riguardanti lo smaltimento delle scorie. Gli attuali reattori di III generazione sono l’europeo Epr Areva e l’Api1000 Wstinghouse. L’Epr ha un costo di 3 miliardi di euro e può erogare energia fino a 1600 megawatt. In più sono già da molto tempo usate tecniche per riciclare le barre di uranio diminuendo le scorie e riducendone il decadimento nel tempo.

Site Footer