Pistola? Ma prima....

Come al solito dopo aver letto un po' di commenti sulla pagina di Facebook mi ritrovo a scrivere due righe per cercar di racchiudere in un unico post i dubbi e le perplessità che ancora ci sono in giro. Infatti oggi tratteremo un argomento molto delicato, l'arma di backup. Perchè è utile avere un'arma di backup, che solitamente è rappresentata da una pistola. Oltre al fatto scenico e "tamarro" di avere la fondina con dentro una bella 1911 cromata, c'è anche un aspetto pratico molto interessante, ovvero l'utilizzo in ambienti stretti o contesti urbani, dove un normale fucile (ES. M4A1) sono poco agevoli da maneggiare. Ma veniamo all'aspetto monetario, il gioco vale la candela? Come sempre spendere poco vuol dire avere in mano qualcosa di basso livello o scadente in certi casi, quindi vi sconsiglio di comprare pistole a prezzi ridicoli, tipo 60€ per una CO2 scarrellante o meno ancora! Diciamo che per avere un buon prodotto non si deve scendere sotto i 100€. Solitamente a prezzi inferiori si trovano repliche cinesi o cloni. I Marchi consigliati sono: kjw; kwa; marui; Ripeto che sono consigliati da me, ci saranno sicuramente altri marchi altrettanto validi, ma se una cosa non l'ho provata

Continua a leggere >>>

Caricabatteria Swiss Arms multi batteries pro charger

Per prima cosa vediamo cosa c'è nella confezione  di questo caricabatteria, dove troviamo: il caricabatteria (ovviamente) cavo per l'alimentazione vari cavi (deans>....) libretto di istruzioni in francese Vediamo subito che è uno dei tanti cloni della imax b6ac (come quasi tutti questi modelli), ma con una caratteristica a mio avviso fondamentale che mi ha fatto propendere sull'acquisto di questo modello...l'alimentatore è inserito tutto insieme al caricabatterie! Alcuni diranno che è scomodo perchè se si brucia non si può sostituire (tanto c'è la garanzia), ma la comodità di avere una cosa sola e un cavo alla corrente e uno alle batterie è impagabile. Ma la domanda che mi viene fatta più spesso è il perchè di questo acquisto. Perchè spendere cosi tanti soldi (90€) per un caricabatterie quando ci sono bilanciatori per le lipo (7.4v e 11.1v) economici sui 20€? Diciamo che con questo bell'oggetto posso caricare un'infinità di batterie che vi elencherò perchè sono veramente tante ovvero: lipo 1-6cell lifepo 1-6cell lilon 1-6cell nimh 1-15cell nicd 1-15cell Pb 2-20v In pratica questo è il caricabatterie definitivo, perchè con questo unico aggeggio posso ricaricare TUTTI i tipi di batterie utilizzate nel Softair e non solo, permettendomi di selezionare anche una serie

Continua a leggere >>>

Il softair, la legge italiana e la fisica...

Come qualcuno avrà capito dal titolo oggi tratteremo un argomento che tutti credono di sapere (a volte anche più della legge) ovvero il joule e come si fa a determinarlo, per chi stava pensando ad una barzelletta, magari al prossimo post! Partiamo ovviamente con la definizione di joule, che per chi come me ha fatto l'alberghiero e di fisica non ne ha fatta, è definito  joule (simbolo: J) è un'unità di misura derivata del Sistema internazionale (SI). Il joule è l'unità di misura dell'energia, del lavoro e del calore, ed è definito come 1 kg·m2/s2 = 1 N·m = 1 W·s. Prende il nome dal fisico James Prescott Joule. Ora spieghiamolo in maniera più semplice e con un bel esempio pratico, ovvero, calcoliamo quanti J sono 100m/s con un bb da 0.20g. J = 1/2 * m * v^2 dove m è la massa del pallino espressa in kilogrammi e v è la velocità espressa in metri al secondo J=1/2 * 0.0002 * 100^2 = 1 Diciamo subito che è UN CASO che con gli 0.20 1J equivale a 100m/s, visto che cambiando il peso del bb si dovrà scendere a 89m/s alla volata, ma scendere in che senso? Nel

Continua a leggere >>>

Pallini di qualità!

Reietti Softair Team   Dopo aver visto che ASG1 prendere e che batteria utilizzare possiamo finalmente andare a parlare di qualcosa di piu pratico come i pallini o bb! Le differenze che ci possiamo trovare davanti oltre alla marca ovviamente sono: peso colore bio o non bio Partiamo dal peso, che è l'aspetto diciamo piu pratico all'uso, e qua troviamo molti tipi di grammature: 0.12 g 0.20 g 0.23 g 0.25 g 0.28 g 0.32 g Quando vanno usati e con che criterio? Solitamente i bb da 0.12 sono quelli di qualità inferiore, i classici che si trovano dai cinesi e che si usano per le pistoline a molla, ma costano poco e sono molto leggeri e vanno BENISSIMO per essere utilizzati in granate, claymore ecc dove non serve precisione o chissà che sfericità ma solo la gittata pura e il peso aiuta notevolmente. Poi ritroviamo quelli piu di uso comune che sono gli 0.20 fino agli 0.25, oltre diventano piu di nicchia e specialmente utilizzati per sniper. All'atto pratico cosa cambia avere un bb piu pesante o piu leggero? Diciamo che influisce sulla precisione e sulla rosata che si riesce ad ottenere a pari prestazioni, utilizando uno 0.25 si

Continua a leggere >>>

Quale batteria usare?

Reietti Softair Team Ora che avete un'idea su che replica usare vi verrà posto un ulteriore dubbio amletico, ovvero quale batteria acquistare! Fino a poco tempo fa non ci stava questo grande dilemma perchè dovevamo scegliere solo il voltaggio che volevamo e basta, ora che le ni-cd, ovvero le nichel-cadmio sono state abolite dal Protocollo di Kyōto. Per sostituirle sono state introdotte nuove tecnologie e nuovi tipi di batterie, noi prenderemo in considerazione quelle comunemente utilizzate nel Softair: nimh (nichel metalidruro) li-po (ioni di lithio) li-fe-po (litio-ferro-fosfato) Vi starete chiedendo cosa cambia tra questi tre modelli, alla fine tutti e tre faranno sparare la vostra replica quindi perchè rovinarsi l'esistenza sbattendo la testa su questa scelta? Semplicemente perchè questi modelli hanno voltaggi e amperaggi differenti ma sopratutto modi di uso e ricarica più o meno complicati! NIMH (nichel metalidruro) Partiamo subito con quelle più diffuse e che esistono da più tempo, ovvero le NIMH che non sono altro che le normali batterie che utilizziamo tutti i giorni per far andare il telecomando della tv, con una differenza di forma ovviamente, che consente di avere un amperaggio alto in modo da garantire un utilizzo in tutta sicurezza senza dover pensare a sostituire

Continua a leggere >>>

Mi consigli la prima asg?

Reietti Softair Team Cari lettori, questa è una piccola lista di domande che in molti mi pongono quando si avvicinano al mondo del softair per la prima volta. Ma non è proprio facile come sembra dare una risposta. Ed ora andreamo a vedere il perchè! Ci sono alcune domande di rito per capire cosa uno ha in testa prima di sparare nomi a raffica. Tipo: Hai già provato in qualche club? Quanto vuoi spendere per la sola asg? C'è un modello in particolare che ti piace o uno che non vuoi proprio? Dove giochi? Urbano, boschivo o montagna impegnativa? Batteria? Normale o li-po? Con queste domande si riesci a capire più o meno qual'è la linea di pensiero e si può cominciare a far vedere qualcosa di più concreto e che solitamente viene apprezzato da chi ne fa richiesta. Ora vediamo di comprendere le domande: Hai già provato in qualche club? La domanda è lecita perchè se non hai mai provato a giocare ci sono alcuni lati del softair che ti sono oscuri, non tanto il come si gioca o come funziona, ma proprio la praticità della replica durante l'uso. A molti piacciono i fucili da sniper: Barrett ecc, ma

Continua a leggere >>>

EOTech 512.a65

Come si può capire dal titolo, e chi di voi è solito frequentare fps di guerra credo abbia già capito di cosa vi voglio parlare. Oggi vi farò una breve recensione su eotech 512.a65, ma prima un paio di parole sul perchè un olografico e non un classico dot. Partiamo con il raggruppare più o meno i 3 tipi principali di sistemi di puntamento: ottiche: non credo ci sia bisogno di spiegare cosa siano no? Sono le più classiche ottiche, quelle che solitamente si trovano su fucili da sniper o comunque da tiro sulla distanza red dot (aimpoint e similari) olografici (eotech e similari) Passiamo subito alle ultime due categorie, le più utilizzate negli scontri moderni. La più utilizzata dai militari è l'aimpoint per alcune caratteristiche che la rendono insuperabile quali: immersione fino a 45m autonomia con AA di circa 500.000 ore, 8 anni senza fare i calcoli... serie di accessori infiniti Avendo un'autonomia cosi elevata è ovvio che sia la preferita dai vari marines e corpi americani, oltre al fatto di avere una lista di accessori compatibili pressoché infinita, solo la macchina del caffè credo non ci sia. 😀 Passiamo all'ultima categoria dove rientra l'eotech, gli olografici. Sono molte

Continua a leggere >>>

Site Footer