Eliminare i profili di rete wifi in Windows 8 e 8.1

Non riesco a capire perchè una funzione così basilare debba diventare completamente al di fuori delle competenze di un comune mortale. Eliminare un profilo wireless mi sembra un'operazione abbastanza basilare, per ovvi motivi di sicurezza. L'interfaccia metro in Windows 8/8.1 sta causando un FOTTIO di problemi. Opzioni che spariscono dall'interfaccia desktop e che poi non troviamo nella Metro. -.- Quest'operazione non è la stessa descritta qua. Questo post riguarda la cancellazione un profilo rete wireless e non di un profilo di rete cablata. Lo script è il seguente, molto semplice. Basta copiare il tutto su un file di testo e dargli estensione .bat ed eseguirlo. Vengono mostrati tutti i profili di rete presenti sul PC, per cancellarne uno in particolare basta inserire il nome del SSID e premere enter. [crayon-5c180a8cabd32747788846/] P.S. La cosa funziona anche su Windows 7. L'unica differenza è che su Seven l'operazione poteva essere portata a termine molto velocemente tramite interfaccia grafica. 😉

Bypassare UAC durante l'esecuzione di vbscript

  Come tutti i pro io non sono un amante del UAC, anzi lo detesto. Pochi giorni fa lo ho riattivato giusto per fare qualche prova con il Windows Store e le Metro Apps. Dopo aver riattivato l'UAC scopro a malincuore che i miei script in vbscript non funzionano più. Dopo qualche test e ricerca ho scoperto che questo è proprio dovuto alla presenza di UAC. Solitamente gli script che scrivo vanno a modificare servizi i proprietà di sistema che per essere modificati necessitano di diritti amministrativi. Il problema sta nel fatto che all'avvio dello script non compare la finestra di UAC che richiede la conferma per l'esecuzione con privilegi elevati. Lo script viene di fatto avviato, vengono però eseguite solo le righe che non necessitano di un'autorizzazione amministrativa.   Per risolvere il problema  bisogna mettere mano al codice e aggiungere queste righe, che forzano l'esecuzione dello script come admin. Lo script non essendo un vero e proprio programma non può essere avviato con privilegi amministrativi mettendo la relativa spunta nelle proprietà del file. =( http://pastebin.com/MJe7KJx7  

Effettuare il backup del RaspberryPi

Anche se il dispositivo in questione è un RaspberryPi i backup vanno sempre fatti! A differenza di un normale PC o server, i cui relativi storage sono basati su HDD o SSD, dobbiamo affrontare una brutta bestia: la memoria flash. Che ha un endurace decisamente inferiore rispetto agli hard disk meccanici o a stato solido. Il problema è presente solo durante le scritture su disco, mentre le letture lasciano integre le celle. Nonostante questo le scritture su SD vengono fatte continuamente anche a nostra insaputa e questo può ridurre la vita della scheda di memoria, fino a renderla inutilizzabile. Questa cosa mi è già capitata qualche mese fa e non avendo avuto un'immagine del Raspberry ho dovuto reinstallare tutto da capo. Il problema è tuttavia semplicemente risolvibile con il backup completo della SD, che nei sistemi Linux può essere ottenuto utilizzando il comando dd. Schedulando il processo si ottengono backup multipli. In caso di un problema alla SD sarà sufficiente acquistarne una nuova ed effettuare il restore dell'immagine. Una procedura più semplice e non schedulata può essere l'utilizzo di win32DiskImager per creare l'immagine leggendo il contenuto della memoria SD. Questo però ci obbliga a spegnere il Raspberry. Di fatto è

Continua a leggere >>>

Scheduling di uno script robocopy su shares di rete con autentificazione

In questi giorni ho avuto la necessità di dover copiare dei dati da una share di rete di una sede ad un'altra, entrambe le share necessitano di credenziali per accedervi ed entrambe le sedi sono collegate tramite una VPN. Non dovevo assolutamente fare un mirroring delle due share, in quando sulla share di destinazione erano presenti dati non presenti sull'altra, dati ovviamente che non potevano essere cancellati durante la procedura di sincronizzazione. Come fare? Molto semplice, prendiamo un bel frullatore (magari un BlendTec) e ci mettiamo dentro robocopy, net use e lo scheduler di Windows. 😉 Ammetto che la cosa poteva essere fatta facilmente con una script powershell, magari integrano anche le notifiche mail ma io ho intrapreso la "quick and dirty way". =) L'idea di base è quindi di usare net use per autentificarsi sulle due share, robocopy per il trasferimento di dati e ovviamente lo scheduler per schedulare l'operazione. Note dolenti... Una share di rete protetta necessita appunto di una username e una password per potervi accedere, e il prompt non accetta password cifrate. Penso abbiate capito dove voglio arrivare 😀 Password in chiaro =( Tramite PowerShell molto probabilmente si può passare la password in maniera criptata e

Continua a leggere >>>

Script di riconnessione HTTPS Linksys WRT54GS HyperWRT firmware per JDownloader

Ok, passando all'HTTPS il liveheader per la riconnessone di JDownload non funziona. Necessita subito una soluzione. Ed eccola qui, sotto forma di script perl. PREREQUISITI: Come prerequisito è necessario l'interprete Peal, scaricabile gratuitamente a questo indirizzo. Se siete utenti Linux perl dovrebbe già essere nel vostro parco software. Prima di eseguire lo script controllate di avere il modulo  "Crypt::SSLeay" installato. Se vi manca utilizzate il perl package manger per recuperarlo ed installarlo. Lo script semplicemente invia una richiesta di disconnessione al router, attente 5 secondi ed effettua una riconnessione. Se avete IP dinamico questa è una cosa abbastanza carina, poichè vi permette di scaricare dai vari servizi di hosting senza attendere minuti od ore perchè il limite massimo è stato raggiunto. Detto questo lo script è nativo per il router Linksys WRT54GS con firmware non originale HyperWRT Thibor. Tuttavia, data la somiglianza tra il firmware originale e quello custom, che io utilizzo, dovrebbe funzionare senza problemi. Una volta scaricato il file .pl è necessario modificarlo con un editor di testo e modificare le 3 righe successive al commento "EDIT THESE VALUES". [crayon-5c180a8cac2ff318477705/] Inserite l'indirizzo IP del vostro router ( lasciando /apply.cgi ) e la password di amministrazione. Piazzate il file

Continua a leggere >>>

WordPress 2.8.3 è tra noi

Rilasciato oggi il terzo minor update di del trunk 2.8 di WordPress, come gli altri due, anche questo è incentrato sulla risoluzione di bug di sicurezza. Si tratta infatti di vulnerabilità di privilege escalation non fixate nella versione 2.8.1. Fortunatamente la community di WordPress ha scoperto queste falle e riportate prontamente al team di sviluppatori. Grazie al loro aiuto i bug rimanenti sono stati risolti in questa 2.8.3. Potete visionare i dettagli nel blog degli sviluppatori a questo indirizzo. Vi ricordo, come sempre, di consultare questa guida per l'aggiornamento se avete un dominio Aruba. Buon Update 😉

WordPress 2.8.2: eccolo qua

Qualche istante fa è stato reso disponibile il download del nuovo aggiornamento 2.8.2 per WordPress. Quando ho visto la notifica non sapevo cosa pensare; questo è il secondo aggiornamento del trunk 2.8 a poco più di 10 giorni dal primo, davvero incredibile. :suprised: Questo aggiornamento svolge il ruolo di minor update e corregge una vulnerabilità di tipo XSS ( Cross-site scripting ). La vulnerabilità era localizzata nel panello di admin dove i link degli autori del commento non erano codificati correttamente. Tale vulnerabilità poteva essere utilizzata per effettuare un redirect ad un altro sito. La notizia della nuova release la trovate a questo post del blog sviluppatori WordPress. Ovviamente è caldamente consigliato l'update della piattaforma via FTP o tramite il comodo aggiornamento automatico. Ricordo che gli utenti Aruba dovranno seguire questa procedura prima di effettuare l'update. Buon aggiornamento 😉

Spell Check su FireFox e Opera

Spesso mentre scriviamo commenti, messaggi su un forum, o come nel mio caso posts, si può incappare in qualche errore di scrittura, niente di drammatico ma che comunque contribuisce a degradare la qualità del post. Per risolvere questo problema basterà dotarsi di un dizionario di italiano e attivare il controllo ortografico da parte del browser. Let's start ! MOZILLA FIREFOX In Firefox questo procedimento è molto semplice, in quando basterà installare l'estensione "Dizionario italiano" che troverete a questo indirizzo. Premete su "Donwload Now", installate il componente ed infine riavviate Firefox. Al successivo riavvio l'estensione sarà caricata automaticamente e, in qualsiasi text box vi troviate, gli errori di digitazione verranno evidenziati con una sottolineatura rossa. Premendo con il tasto destro sulla parola errata verranno visualizzate le possibili correzioni. OPERA Con Opera le cose si complicano un pochino, non esiste un modo facile come per FireFox ( almeno non sulle versioni 9.61 <, forse sulla nuova versione 10 il controllo automatico sarà integrato nativamente ). Per farci comparire questo benedetto spell check abbiamo due modi: tramite Aspell o con qualche script JavaScript. Aspell è a tutti gli effetti un programma di correzione automatica, espandibile con dei dizionari ausiliari. Per prima cosa dovete

Continua a leggere >>>

FB Purity: rendiamo "pulita" l'interfaccia di Facebook

Spesso appena ci loggiamo su Facebook troviamo nella home un grande caos, dovuto in gran parte ai numerosi quiz che i nostri amici fanno ( specialmente se abbiamo una rete sociale molto vasta ). In questi casi Facebook Purity ci viene in soccorso. Questo non è altro che un piccolo javascript che "pulirà" la nostra home, eliminando i risultati dei quiz e delle applicazioni Facebook ( che possono essere considerati un po' come spam =D ). L'installazione è davvero semplice Mozilla Firefox Per poter usufruire di Purity su Firefox dovete prima di tutto installare l'estensione GreaseMonkey, questa vi permetterà di importare lo script ed eseguirlo. Una volta installato andate su questo sito e premete sul link "Facebook Purity". Vi apparirà una schermata di GreaseMonkey che vi segnalerà la presenza di un javascript, confermate ed installatelo. Il gioco è fatto. Opera Per utilizzare Purity in Opera dovete scaricate il file .js da questo sito, salvatelo in una cartella. Andate sul sito di Facebook e premete F12, vi comparirà un menù a tendina, scegliete "Modifica preferenze per questo sito", andate nella tab scripting e nella text box inserire il path del file .js appena scaricato. O in alternativa premete su sfoglia e

Continua a leggere >>>

Site Footer