Slipstream del SP1 per Office 2013

Microsoft ha rilasciato da pochi giorni il Service Pack 1 per Office e altri prodotti (Exchange e SharePoint), il download è disponibile  agli indirizzi qua sotto: SP1 for Microsoft Office 2013 32 bit | SP1 for Microsoft Office 2013 64 bit Vale anche in questo caso la guida scritta tempo fa per la versione di Office 2010 su come eseguire lo slipstream. Oltre a questo è possibile customizzare l'installazione di Office tramite lo strumento OCT, disponibile a questo indirizzo. Per avviare questa modalità basterà eseguire i file scaricatati e scompattarli nella cartella temporanea che contiene i file di Office. Poi dando il comando setup.exe /admin si farà partire il tool. Il file MSP che verrà generato dovrà essere inserito nella cartella updates. E il gioco è fatto!   UPDATE Il Microsoft Toolkit di Cody disponibile a questo indirizzo, oltre a offrire funzionalità poco legali, permette di effettuare lo slipstream degli aggiornamenti, passare dalla versione retail a quella volume licensing, aggiungere/rimuovere language pack e utilizzare OCT per installazioni custom di Office. Un tool sicuramente comodo... 😉

Importare vCards in Outlook

Oggi mi è capitato di dover importare nella rubrica di Outlook 2013 delle vCards (estensione .vcf). Non so per quale motivo ma per fare questa cosa Outlook riesce ad elaborare solo una vCard per volta. Vi lascio immagine quindi la perdita di tempo se ci fosse la necessità di importare miglia di contatti. Anzi l'operazione rientra diretta nella categoria "PURE INSANITY"-   Ad ogni modo cercando un po' in rete ho trovato questo pratico tool che fa il lavoro sporco al posto nostro. Con molta fantasia si chiama Outlook Import VCF. Una volta lanciato sarà sufficiente selezionare la cartella che contiene tutti i file .vcf e lui si occuperà di importarli uno ad uno. E' il classico tool "good to know". 😉  

L'attivazione di Office 2013 è una m****a

Ed ecco un altro dei miei sfoghi. Certo che a questo giro la Microsoft si è proprio impegnata per rompere le scatole al cliente il più possibile. Tutto questo è riferito al nuovo sistema di attivazione di Office 2013. Il nuovo Office 2013 con la sua nuova interfaccia non mi dispiace, anzi la preferisco rispetto a quella della versione 2010, ma quella stramaledetta attivazione via account Microsoft al posto del classico product key non la sopporto proprio. Ogni volta che installato un Office 2013 divento una bestia. =) A differenza della versione 2010, dove l'attivazione era effettuata solo tramite il product key, nel 2013 quest'ultimo dovrà per forza di cose essere collegato ad un account Microsoft. E quindi se non ne siete in possesso dovrete crearne uno, altrimenti non potrete attivare il prodotto. Ora io so che alla Microsoft sono veramente gasati con questo concetto di cloud e da Windows 8. Ma dall'introdurre una nuova funzionalità ad obbligarmi a fare un account Microsoft per utilizzare Skydrive in Office ce n'è di strada. In una piccola azienda per quale cavolo di motivo dovrei buttare file, magari sensibili, sui server Microsoft quando ho in locale un piccolo server o un NAS!!?? Per

Continua a leggere >>>

Impostare una cartella di default per il salvataggio degli allegati in Microsoft Outlook

Comincio con il dire: NO, non uso Microsoft Outlook. Tuttavia ci sono moltissime persone che ancora lo usano e sono soddisfatte (beate loro :D). Vediamo quindi come fare per impostare una cartella di default per il salvataggio degli allegati. Outlook infatti non tiene memorizzato l'ultimo path su cui si è salvato un allegato. Il path resterà in memoria fintanto il programma resterà aperto, una volta riavviato vi riporterà automaticamente in documenti. Per ovviare al problema seguite questi semplici passi: Aprite il registro di sistema ( Win + R -> regedit ) Andate in: HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\XX.X\Outlook\Options. Dove XX.X indica la versione della suite Office da voi installato. 14.0 sarà ad esempio Office 2010. A 15.0 corrisponderà Office 2013. Tramite il tasto destro create una nuovo valore stringa e nominatelo "DefaultPath", senza virgolette. Fate doppio click sulla stringa appena creata e nella text box scrivete il path nella quale volete salvare gli allegati. (ad esempio C:\allegati). Riavviate Microsoft Outlook Ecco fatto. 😉

Office 2010: disattivare il servizio Office Software Protection Platform

Se siete amanti del task manager avrete senza dubbio notato un processo di nome OSPPSVC.exe. Ovviamente dovere avere anche Office 2010 installato nel PC. Questo processo è sempre lì a rompere le scatole e a consumare risorse anche quando la suite Office non è attiva. La cosa ovviamente non mi va giù, ed ecco il modo corretto per disattivarlo. Non provate a disattivare il servizio collegato, Office non partirebbe! Aprite il fido registro e andate a questo path: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\OfficeSoftwareProtectionPlatform Qui create una DWORD ( a 32 bit ) e impostate come nome "InactivityShutdownDelay" e come valore decimale 100. Questo valore esprime il numero di secondi che devono trascorrere perchè il processo venga terminato. Io ho messo 100, ma voi potete mettere tranquillamente 50, 300 o altro. Fatto questo riavvite il servizio Office Software Protection Platform. 😉 Non era poi così difficile 🙂   UPDATE Il nuovo Office 2013 non richiede nulla di tutto ciò. I servizi vengono avviati solo nel momento del bisogno. Sembrerebe che alla Microsoft abbiamo imparato qualcosa. =P

Microsoft Office 2010: aprire un file in sola lettura

L'altro giorno ho avuto l'esigenza di aprire un "database" (se si può chiamare così) di Access in sola lettura, in modo tale da permettere ad un altro utente di accede allo stesso file in scrittura. Questa operazione è possibile praticamente con tutti i prodotti della suite Microsoft Office. Per prima cosa aprite un programma sella suite, poi andate in File -> Apri. Nella finestra che vi comparirà selezionate il file da aprire. Ora premete sulla piccola freccetta che punta verso il basso presente nel pulsante "Apri". Dal menù selezionate "Apri in sola lettura". Oltre alla modalità read-only potrete trovare molte altre cose interessanti, come la modalità prodetta o apri come copia.

Pubblicare post su WordPress tramite Microsoft Word

  Non sono un grande estimatore della suite Office di Microsoft tuttavia vi informo che è possibile pubblicare i post su piattaforma WordPress tramite Word. Il tutto tramite protocollo XLM-RPC, che deve necessariamente essere attivato nel menù Impostazioni -> Scrittura.   Il procedimento è semplicissimo, e dato che è sabato e non ho tempo da perdere per scrivere questo post vi rimando a questo link che spiega filo e per segno il tutto. 😀 😀   Buona vita!

Visualizzare nome file e percorso nel piè di pagine in Word 2010

Già avete letto bene! File name e path nel piè di pagina. Anche se sembra una cavolata, nella vita pratica non lo è affatto, soprattutto per chi maneggia migliaia di documenti all'anno. Le seguenti "mosse" servono per aggiungere al menù "Piè di pagina" la scorciatoia per generare nome e path del file. Ecco come fare! Create un nuovo documento e nella tab "Inserisci" individuate il pulsante "Piè di pagina", premetelo e andate alla voce "Modifica piè di pagina" che si trova in fondo. Nella tab "Progettazione" premete "Inserisci tabulazione allineamento", sulla destra, appena prima della X rossa. Qui mettete la spunta alla voce "A sinistra" e date OK. Nella tab "Inserisci" premete sulla voce "Parti Rapide". Poi scegliete la voce "Campo". Nell'elenco situato alla sinistra dovete trovare la voce "FileName", selezionala. Nella colonna in centro selezionate "Tutto minuscole" e mettete la spunta alla voce "Aggiungi il percorso al nome file". OK. Ora dovrebbe comparire il percorso e il nome del file nel piè di pagina. Premete CTRL + A dalla tastiera per selezionarlo. Sempre nella tab "Inserisci" premete sul pulsante "Piè di pagina", dal menù che si aprirà scegliete "Salva selezione nella raccolta piè di pagina". Qui come nome mettete

Continua a leggere >>>

Integrare l'SP1 in Microsoft Office 2010

Premetto che non ho eseguito personalmente il procedimento, in quanto non uso Office 2010. Tuttavia date le numerose fonti, la guida dovrebbe funzionare alla perfezione. Il procedimento di integrazione, o slipstream in gergo, non è per niente complicato. Basta solo armarsi di un po' di pazienza ed avere una buona connessione ad alta velocità. Posizionatevi in C: e create una cartella Office2010, all'interno create le seguenti subdirectory: DVD, SP1, files. Copiate ora l'intero contenuto del dvd di Office 2010 nella cartella DVD, a processo completato scaricate il SP1 per la vostra versione di Office 2010. x86 SP1 for Microsoft Office 2010 | x64 SP1 for Microsoft Offce 2010 A download terminato posizionate il file nella cartella C:\Office2010\SP1 e rinominatelo in sp1.exe ( per semplicità, e per mantenere gli stessi patch con entrambe le versioni ). Premete la combinazioni di tasti Win + R ( oppure Start -> Esegui ) e all'interno della text box scrivete la seguente stringa: [crayon-5d077e7542f19496309347/] Accettate la licenza d'uso e vi ritroverete con una sfilza di files nella cartella C:\Office2010\files, copiateli tutti nella cartella C:\Office2010\DVD\Updates. Ecco il gioco è fatto. Ora potete effettuare il setup oppure creare un'iso e masterizzare il tutto. Avete appena integrato SP1 in Office

Continua a leggere >>>

Site Footer