Aggiungere motori di ricerca in Google Chrome

Ovvi vi voglio parlare di una funzionalità che reputo davvero essenziale per rendere appagante al 100% la navigazione, e soprattutto la ricerca nel web. Ne avevo già parlato moltissimo tempo in questo post, riferito però ad Opera. Col tempo ho tuttavia abbandonato Opera (browser che ritengo ancora ottimo) per passare a Chrome. E solo recentemente ho cominciato a sfruttare la gestione dei motori personalizzati al meglio. Tramite la omnibox di Chrome sarà quindi possibile effettuare una ricerca in un determinato sito utilizzando un semplice pattern. Ad esempio scrivendo nella omnibarra "a cuffie", dirò a Chrome di effettuare una ricerca con il valore "cuffie" su Amazon, ad esempio. Per ottenere questo risultato vi basterà andare su qualunque sito e ricercare la text box di ricerca. Ora vi basterà premerci sopra con il tasto destro e selezionare "Aggiungi come motore di ricerca". Nella finestra che apparirà vi basterà dare il nome al motore di ricerca (di default prende il nome del sito), il carattere o la stringa che verrà usato come pattern di ricerca e infine URL per effettuare la ricerca, quest'ultimo verrà preso in automatico e farà fede alla casella di testo selezionata. Ognuno di questi tre campi è personalizzabile, potete

Continua a leggere >>>

Nuova tab in fondo su Chrome

Ho usato per anni Opera e sono sempre stato abituato che all'apertura di una scheda (tramite la pressione del tasto centrale del mouse) questa andasse in fondo a destra. Chrome come Firefox apre le nuove schede accanto a quella attiva. Per "risolvere" questo "problema" possiamo utilizzare la comoda estensione "New tabs at end" Come ho voluto sottolineare utilizzando le virgolette, questo non è assolutamente un problema è solo una questione di gusto. 😉

Continua a leggere >>>

Limitare la dimensione delle cache di Google Chrome

Post molto veloce in cui spiego come limitare le cache di Google Chrome fissando un limite massimo. La cosa è più banale di quanto sembri. Aprite il menù Start e trovate il collegamento a Google Chrome. Premeteci sopra con il destro e andate in proprietà. Ora nella text box "Destinazione: " aggiungete questa stringa alla fine. Non modificate nulla, aggiungete semplicemente in cosa quello che segue: [crayon-5d85b890db146267396203/] Il numero esprime il limite massimo in bytes di dati che Chrome può cachare. Ecco fatto. Ora potete prendere il collegamento e "pinnarlo" nella barra delle applicazioni.

Continua a leggere >>>

Usare Google su protocollo HTTPS

Recentemente Google ha proposto di implementare il protocollo https sul suo portale di ricerca. Già tutt'ora questo è possibile, infatti il portale https://www.google.com è già utilizzabile. Vediamo come integrare questo servizio in Google Chrome. Aprite Chrome ed entrane nelle opzioni, nel menù impostazioni di base premiamo il pulsante "Gestisci motore di ricerca". Nella nuova finestra che ci comparirà andiamo all'ultima text box è inseriamo come nome Google SSL ( ad esempio ), gssl come parola chiave e come stringa immettiamo: [crayon-5d85b890db64b768020365/] Ora siamo pronti ad usare Google Search su una pagina sicura. Ma realmente a cosa serve tutto questo? In primis abbiamo sicuramente una maggiore sicurezza, in quanto non è più possibile che qualcuno "origli" sulle nostre ricerche. Abbiamo però un grosso svantaggio per tutti quei siti e blog che fanno un uso intelligente delle parole chiave ricercate, in quanto questo non sarà più possibile. I software di analisi del traffico come Google Analytis o piwik non potranno più ricevere le keywords inserite dall'utente, e questo non permetterà più ai webmaster e alla redazione di creare contenuti specifici. Ad ogni modo il passaggio su rete https sarà un grande salto in avanti, e spero focalizzi l'attenzione sul lato sicurezza al

Continua a leggere >>>

Visualizzare i dati EXIF in Chrome

I dati EXIF sono dei metadati aggiunti dalla fotocamera all'interno della foto stessa. Questi dati contengono praticamente tutte le impostazioni della camera durante la fase di scatto: possiamo quindi conoscere il tempo di posa, gli F, iso, ecc. In Opera la visualizzazione di questi metadati è supportata nativamente, infatti basta premere con il tasto destro del mouse sulla foto e selezionare "Proprietà dell'immagine". Chrome d'altro canto non permette questo, esistono tuttavia numerose estensioni che ci permettono di visualizzare i dati EXIF. Io ho trovato EXIF viewer, mi piace perchè non "inquina" la foto aggiungendoci sopra una label con i vari dati. Come in Opera basta premere con il tasto destro del mouse e andare su "Show EXIF Data". Per informazioni sui dati EXIF potete visionare questa pagina. Ora avete tutto il necessario "per sbirciare" nelle foto altrui. 😉

Continua a leggere >>>

Utilizzare Scribefire per postare dal browser

Leggendo Full Circle Magazine ( la rivista della comunità Ubuntu ) ho scoperto l'esistenza di questa utile estensione: Scribefire. Inizialmente è nata solo per Mozilla Firefox ma poi è sbarcata su Safari, Opera e Google Chrome. Scribefire tramite una semplice interfaccia nel browser permette di postare post su varie piattaforme ( WCMS ), tra cui: WordPress.com, WordPress, Drupal, ecc. ( una lista completala la trovare a questo indirizzo ). L'utilizzo è gradevole, lo utilizzando proprio ora per scrivere questa news. Integra il classico editor WYSIWYG e l'editor HTML e permette di selezionare categoria ed eventuali tags da assegnare al post. Sfortunatamente non consente l'upload di immagini ( o in generale media ) e non permette neanche l'integrazione con il plugin All in One SEO Pack, che reputo fondamentale. Questo per quanto riguarda l'estensione per Operta, la versione per Firefox sembrerebbe essere più elaborata. Nonostante questo l'utilizzo è molto gradevole, l'editor è molto pulito e questo lo rende molto "distractions-free". Un altro punto di forza è la possibilità di gestire più blog da un'unica interfaccia, infatti l'estensione è dotata di una gestione di memorizzazione delle credenziali. Quindi da un'unica pagina possiamo controllare tutto il nostro "mondo virtuale". Non vi resta che

Continua a leggere >>>

Installare Google Chrome dal dev-channel

Dopo un lungo periodo di inattività eccomi di nuovo qua. Come saprete Google Chrome è recente come browser, eppure sta avendo un'enorme diffusione. Per chi volesse sempre avere l'ultima versione del browser raccomando la versione dev, ossia quella per gli sviluppatori. Chrome infatti ha diversi trunk: la stable, la beta e la dev. Tutte queste versione le potete trovare, e scaricare, a questo indirizzo. Vi passo questo link perchè io ho letteralmente visto i sorci verdi prima di trovare la versione dev con relativo Google Update. Se volete Google Chrome dev senza Google Update ( l'utility che scaricherà automaticamente le eventuali nuove versioni disponibili ) questo è il link.

Continua a leggere >>>

Site Footer