Nuova arrivata: Filco Minila

filco-minila

Come potete notare da questo mio vecchio post, sono un forte amante delle tastiere meccaniche ed è quindi un grande piacere spacchettare la nuova piccolina della famiglia Filco Majestouch, la Minila. Si tratta di una tastiera meccanica a 67 tasti dal layout compatto, più compatta ancora rispetto ad una ten keyless. Per mantenere tutte le funzionalità avendo a disposizioni molti meno tasti sono stati implementati diversi tasti con seconde funzioni.1
Esistono diverse aziende che producono tastiere meccaniche con questo particolare layout, alcuni esempi possono essere: KBT Pure, KBT Poker e Happy Hacking Keyboard.

Tutte le funzionalità sono elencate sul link che inserito nelle prime righe. Io ho optato per il modello con layout UK e tasti Cherry MX Brown. Personalmente sono un amante dei Blue e niente potrà mai sostituirli, tuttavia per non avere tutte tastiere con gli stessi switch ho deciso di variare. Le prime impressioni sui Brown sono buone, anche perchè fanno parte della stessa "famiglia" dei Blue. Il feedback è quindi identico, l'unica cosa che manca è il click distintivo dei Blue. I Brown sono molto meno rumorosi e sono sicuramente più adatti a quelle persone che non vogliono una tastiera rumorosa per molteplici motivi. E' possibile "silenziare" ancora di più i Brown inserendo degli o-ring sotto ogni keycaps. La Logitech G710+ esce di fabbrica con questa modifica.
Personalmente amo i vari rumori prodotti dalle tastiere e non mi permetterei mai di "rovinarle" eliminando un segno così distintivo.

Giusto a titolo comparativo ecco il rumore che producono i blue e i brown rispettivamente. La registrazione è stata fatta con il microfono a 30cm dalla tastiera.

I prossimi sono i cherry mx con la o-ring mod. Potete trovare tutte le informazioni a questo post.

Inserisco anche il suono che emettono gli switch buckling springs della tastiera IBM Model M. La registrazione è stata fatta con il cellulare e quindi non è della stessa qualità rispetto alle due precedenti.

Molto interessante l'adozione dei dip swtich che permetto di modificare il layout della tastiera per via hardware, senza passare per il sistema operativo. Le modifiche sono ovviamente limitate ma azzeccate. Se volete macro e profili hardware penso che le Ducky facciano per voi. 😀

La Minila come tutte le tastiere della famiglia Majestouch sono tastiere semplici e professionali. Non troveremo quindi LED o tasti strani. La qualità Filco si trova nella qualità dei propri prodotti e non nella capacità di uscire dagli schemi sfornando prodotti stravaganti come la Ducky Shine 3.

Penso che l'unico difetto che possa essere attribuito alle tastiere Filco sia il fatto che dopo un breve periodo di utilizzo le keycaps tendono a diventare lucide. Se vogliamo scendere nei dettagli tecnici questo non è un vero è proprio difetto in quando è una caratteristica del materiale plastico (ABS). Keycaps in PBT sono sicuramente più longeve ma risultano più ruvide al tatto.

L'acquisto lo ho fatto presso Keyboard Company che risulta essere il distributore ufficiale Filco in Europa. Anche se la sede dell'azienda è in UK, il vostro pacco è affidato a Royal Mail, un nome una garanzia. 😀

I prezzi sono quelli che sono e dato il poco mercato che questi prodotti hanno la concorrenza praticamente non esiste.

Ed ora divertiamoci un pochino con la nuova arrivata. SSH sto arrivando. 😉

  1. Come accade sulla maggior parte dei notebook []