Dropbox introduce il supporto per U2F

Il supporto allo standard U2F arriva anche per Dropbox. Ora già due grandi colossi dell'IT (Google e ora anche Dropbox) prevedono questo metodone come secondo fattore di autenticazione. Speriamo che molti altri prendano questa strada, e che magari, in un futuro non troppo lontano, anche gli istituti bancari (PayPal in primis) introducano questo fantastico sistema. Addio a tutti i token generator che ci portiamo dietro.

Alcuni potrebbero obbiettare che le app per iPhone e Android che permettono di generare gli OTP (Google Authenticator in primis) possano essere già un'ottima soluzione al problema di avere un secondo fattore di autenticazione solido. E io condordo in pieno. Il difetto di queste app a mio avviso è che sono fortemente legate al telefono, un dispositivo che un giorno c'è e il giorno dopo non c'è più: perchè è stato sostituito, smarrito, rubato oppure semplicemente formattato. Una volta che questo succede è necessario effettuare le operazioni di recupero della password per ogni servizio che va ad utilizzare l'OTP.

Con le chiavi di sicurezza invece si ha uno strumento dedito ad un unico scopo. Una stessa chiave permette il login a più servizi e pià chiavi possono essere associate al medesimo servizio. Questo ci permette di avere una chiave U2F sempre con noi, e una di backup in un posto sicuro. Potremmo ad esempio utilizzare una chiave Yubico, molto robuste e con funzionalità avanzate, come chiave primaria e una Plug-UP come secondaria, dato il suo costo di soli 5€.

Già in questo stato Dropbox prevedere la possibilità di associare molteplici chiavi U2F ad un unico account.

Questo è il post sul blog ufficiale Dropbox.

U2F is the WAY!

Site Footer