Stargate e Stargate Universe

Oggi si parla di Stargate, solo ed esclusivamente di Stargate. No sciocchini! Non mi sto riferendo a quell'insulso programma televisivo condotto da Roberto Giacobbo, sto parlando del film e della serie televisiva Stargate. Io sono un super appassionato di serie sci-fi ( science-fiction: modo "figo" per dire fantascienza ) e sono cresciuto proprio a ridosso della programmazione di Stargate. Come tutte le grandi scoperte il mio interesse per questa serie nasce per caso. Un giorno, nel lontano anno 2000 mi misi davanti alla TV su Fox vidi la mia prima puntata di Stargate SG-1. Si trattava di una puntata della prima stagione. Da allora fu amore!!! Il franchise Stargate è sicuramente la serie televisiva che più mi ha affascinato e che potrei guardare e riguardare all'infinito. Il tutto nasce dalle brillanti menti di Dean Devlin e Roland Emmerich che, nel 1994, portano sul grande schermo il film "Stargate", una pietra miliare per quanto riguarda i film di fantascienza. Ovviamente me ne innamorai, era perfetto, sotto ogni aspetto. La trama era brillante ed innovativa ed il cast si era sposato benissimo con la personalità dei personaggi principali. In poche parole non potete dichiararvi fan del cinema fantascientifico se non avete visto questo capolavoro. Dato il successo del film l'idea dei produttori era di continuare, realizzando altri due film ( in modo da ottenere una trilogia ). Il progetto però non va in porto e la MGM compra i diritti dell'opera. Nel 1997 viene lanciato Stargate SG-1, degno successore che riprende il lascito del film. Tutti gli avvenimenti narrati in questa serie prendono luogo dopo il ritorno del colonnello Jack O'Neil da Abydos, mentre Daniel Jackson rimane sul pianeta con la moglie Shori. A mio avviso i primi due episodi della serie sono di fondamentale importanza, in quanto legano perfettamente la trama del film con la trama della serie, un nesso perfetto.

Al momento in cui scrivo la serie principale SG-1 può considerarsi conclusa, ma con le sue 10 stagioni si classifica come una delle serie televisive ( fantascientifiche ) più longeve, probabilmente solo il Doctor Who della BBC potrebbe battere questo record. Nonostante questo la serie continua a vivere nel tempo grazie a due spin-off, uno dei quali iniziato recentemente, e ai film: Stargate: The Ark of Truth ( 2008 ) e Stargate: Continuum (2008). Secondo alcune indiscrezioni i produttori starebbero lavorando ad altri film, i quali dovrebbero mettere la parole FINE 🙁 a questa incredibile serie.

Ma continuiamo con il nostro super-veloce racconto della trama. Le 10 stagioni di Stargate SG-1, la serie principale, possono essere suddivisi in tre grandi filoni. Il primo che va dalla prima stagione alle settima è quello dedicato alla guerra tra Tau'ri ( noi ) e i Goa'uld, dei bisconi psicopatici che entrano nella testa degli ospiti e ne prendono il controllo. Questi Goa'uld sono rappresentati come divinità e, grazie all'uso di avanzate tecnologie ( oltretutto rubata ad altre civiltà ), dominano sui pianeti conquistati, schiavizzando tutti gli abitanti. Il secondo filone, raccontato nell'ottava stagione, racconta delle peripezie dell'SG-1 per sconfiggere i replicanti: delle macchine tecnologicamente avanzate che assimilano tecnologia ed il cui unico scopo è replicarsi. Le ultime due stagioni, la nona e la decima, invece trattano del tentativo degli Ori ( degli essere ascesi malvagi ) di convertire la galassia alla religione Ori, ed ovviamente tutti quelli che si oppongono vengono rigorosamente "killati".

Con l'inizio dell'ottava stagione, MGM da inizio ad un nuovo progetto, lo spin-off Stargate Atlantis, un interessantissimo viaggio al di fuori della nostra galassia, nelle bellissima città di Atlantide. Questa città, costruita dagli Antichi1, tra le sue mura nasconde inestimabili conoscenze, e lo scopo della squadra condotta da John Sheppard sarà proprio quello di scoprire tutto il possibile. Sfortunatamente lo spin-off viene cancellato sommariamente alla conclusione della quinta stagione. La MGM ha dichiarato che la sospensione della serie era dovuta al basso numero di ascolti incassati.
Per non chiudere la serie, Joseph Mallozzi e Brad Wright ( gli sceneggiatori storici delle serie Stargate ) hanno realizzato un nuovo spin-off: Stargate Universe che tratta sostanzialmente delle avventure di un equipaggio terrestre a bordo della nave antica "Destiny" situata a miliardi di anni luce di distanza dalla cara "palla blu" ( la Terra 😀 ). L'equipaggio, impreparato per una missione a lungo termine e bloccato sulla Destiny, dovrà in qualche modo trovare la via di casa.

Fatta questa breve premessa ora vorrei dedicarmi a dei commenti personali sugli spin-off ( Stargate Atlantis (2004) e Stargate Universe (2009) ), soprattutto su quest'ultimo.

Stargate Atlantis è visto da molti come il punto debole della catena, a mio avviso però si è trattato di una bellissima serie che ha tenuto testa al "fratello maggiore" SG-1. Devo dire che l'ambientazione ad Atlantide ha reso l'atmosfera molto suggestiva, già l'idea di una città antica appoggiata su di un immenso oceano era semplicemente perfetta. In più ogni minima parte della città è stata curata meravigliosamente, dando vita ad un architettura veramente impressionante. Lo stesso cast era un degno seguito di quello presente in Stargate SG-1. Il colonnello John Sheppard, controparte del colonello Jack O'Neill, aveva gli stessi tratti distintivi, con un carattere in certi casi molto ironico ed in altri seri e conformi al ruolo di leader. Anche il dottor Rodney McKay ha fatto la sua parte, donando alla serie una sana vena di ilarità.

Nell'ultimo spin-off della serie invece tutto questo viene a mancare. Gli sceneggiatori hanno voluto rinnovare il formato della serie, cercando di renderla appetibile anche per un pubblico più giovare in modo da aumentarne il numero di ascolti. Secondo me questa mossa ha "rovinato" quest'ultima serie agli occhi dei fan. Innanzitutto, dato il nuovo target di questa serie, tutta l'intera trama è parzialmente slegata dalle precedenti serie. Alcuni aspetti ovviamente sono stati mantenuti, ma in molti casi non si ha un diretto collegamento con gli avvenimenti in SG-1 e Atlantis, questo per non obbligare i nuovi spettatori a guardare le 15 stagioni precedenti. E già con questo la serie, secondo il mio punto di vista, ha perso davvero tanto, perchè secondo la linea temporale della serie, Universe è ambientata dopo gli avvenimenti di Atlantis ed è improponibile che tutte le scoperte e le tecnologie acquistate siamo magicamente andate perdute. E' come se dal oggi al domani nessuna persona su questa Terra sia più in grado di costruire una casa. =(

Ma passiamo ad altro. La stessa trama della serie è dannatamente scontata, un equipaggio su una nave spaziale lontano da casa che cerca in qualsiasi modo di fare ritorno sulla Terra. Sono io o questa trama è la copia sputata di Star Trek Voyager? Praticamente è la stessa cosa, con l'unico aspetto che Star Trek è decisamente migliore, una serie molto più dinamica. L'ambientazione di Universe è troppo monotona, gran parte degli episodi si svolge solo ed esclusivamente sulla nave, ed in quei pochi episodi dove l'equipaggio esplora un pianeta questo è ovviamente privo di qualsiasi civiltà, l'unica cosa che riescono a trovare sono i problemi. Aggiungendo poi il fatto che una buona parte degli episodi sono dei classici filler, che non aggiungono niente alla trama. Con questo non voglio assolutamente dire che la serie non è degna di nota, a mio avviso però non riesce a portare avanti l'eredità lasciata dai precedenti Stargate, per il semplice motivo che questo non è Stargate, è una serie con una diversa identità rispetto a quella di partenza, un qualcosa di completamente diverso. Anche se tuttavia, mentirei dicendo di non aver visto del buono in più di 30 episodi. In due stagioni ho visto degli episodi davvero entusiasmanti, con delle ottime trame. Il bello però sarebbe replicare questo risultato per tutti gli altri episodi.

E che dire del cast?! Dei personaggi che si discostano completamente dai canoni tradizionali a cui ci aveva abituato SG-1 e Atlantis. I personaggi chiave hanno delle personalità praticamente opposte a quelli delle controparti. Partiamo ad esempio dal dottor Nicolas Rush ( personaggio chiave della serie ), questo ha un comportamento enigmatico, asociale, non si capisce ancora che cavolo vuole. Questo mi può stare bene nei primissimi episodi della serie, ma non dopo due stagioni. Cosa dire poi di Eli Wallace, anche lui personaggio fondamentale della serie, questo dopo aver risolto un enigma antico presente in un videogioco viene reclutato per la missione Destiniy, ma il bello è nel giro di pochissime episodi impara vita, morte e miracoli degli antichi, diventando il nuovo guru. Lo stesso si può dire del colonnello Young ( il capo militare della spedizione ), si può vedere ad occhi chiusi che non ha lo stesso atteggiamento di O'Neill, Sheppard o Mitchell, sembra avere un atteggiamento un po' smorto. Il sergente Greer invece è completamente senza personalità, lui esegue solo gli ordini. Se un superiore gli ordinasse di andare in contro a morte certa lui eseguirebbe l'ordine senza battere ciglia. 😀 Chloe invece è una semplice turista, non ha nessuna esperienza, per metà viaggio resta in quarantena e per l'altra metà non apporta nessun contributo.

Ammetto di essere stato un po' duro esponendo questi miei pensieri, però dal mio punto di vista la MGM ha sospeso un'ottima serie ( Stargate Atlantis ) lasciandola con un finale che poteva essere facilmente portato avanti, rinnovando la stagione. Certo sarebbe stato molto peggio se la serie fosse finita con un cliffhanger, se fosse stato così probabilmente molti fan avrebbero voluto la testa di Mallozzi e Wright su un piatto d'argento.

Questa decisione di creare una nuova serie modificandone il formato non mi è piaciuta per niente, involontariamente hanno cambiato il DNA della serie, dando vita ad una specie di surrogato Stargate. Riassumendo, i punti che ritengo deboli in questa serie sono: coerenza, trama e ambientazione ed infine i personaggi. Mi sarebbe andata a genio la decisione degli sceneggiatori di dare una nuova identità alla serie se questo, oltre a portare nuovi spettatori, avesse regalato ai fan nuove emozioni degne dell'universo Stargate. Ma voi sapete che "non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca".

La chicca però arriva ora. Stando alla MGM infatti non ci sarà una terza stagione. Lo spin-off che doveva dare un qualcosa in più dopo il "fallimento" di Stargate Atlantis si è dimostrato un fallimento ancora peggiore. Gli ascolti infatti sono calati drasticamente. Probabilmente questo sta ad indicare che per quanto rudi i miei commenti fossero questi combaciassero alla verità.

Ammetto che questa decisione mi fa piangere il cuore, in quanto metterebbe la parola fine a 17 stagioni di intense emozioni. Ricordo ancora quella giornata di 11 anni fa in cui per la prima volta mi sedetti sul pavimento davanti alla TV e vidi la puntata "The Nox". Da lì l'inizio di un amore che a breve, inesorabilmente, dovrà morire. =(

Io in questo post, che tanto breve non è, vi ho raccontato un pochino sull'universo di Stargate, ovviamente è impossibile raccontare in una paginetta 17 stagioni ( e due film ) di avventure, per un totale di circa 250 ore di intrattenimento televisivo puro.

In questa pagine di Wikipedia potete trovare moltissime informazioni, nel casi siate interessati. Oltre a questo sul web sono presenti moltissime comunità che trattano dell'argomento.

  1. i costruttori degli Stargate, è una delle civiltà più importanti di tutto il franchise []