Windows Seven RTM: ci scappa il bug

bsod

A meno di una settimana dal rilascio di Windows Seven RTM ( Release To Manufacturing ) TheHotFix scopre un grave bug che affligge il sistema operativo della casa di Redmond. Il bug è insito nei driver del file system NTFS di Windows 7 e si manifesta durante la procedura chkdsk.exe, per gli amici scandisk, il risultato è la classica BSOD, anche questa per gli amici chiamata schermata blu della morte. Secondo le prime analisi la procedura di scandisk manderebbe in crash il sistema in quando porterebbe all'esaurimento delle memoria fisica disponibile.

Il problema si manifesta all'avvio della 4° fase delle 5 previste per portare a termine la procedura di controllo del disco. Qui sotto è riportato uno shot che mostra l'incremento notevole della memoria occupata dal processo chkdsk.exe.

chkdsk-seven

Il bug è ovviamente grave, quindi Microsoft ha già comunicato che rilascerà un apposito fix tramite Microsoft Update, fix che potrà essere installato anche durante la fase d'installazione del sistema operativo.

Se vi piace vedere Windows soffrire potete verificare la presenza del bug svolgente queste operazioni. Premete il tasto Win + R per accedere al comando esegui, scrivete cmd. Nel terminale di sistema scrivete:

Potete sostituire la lettera C: con qualsiasi altro dispositivo di memorizzazione di massa.
Ora divertitevi a cronometrate il tempo impiegato dal processo per mandare in crash il vostro sistema. La procedura non causerà nessun danneggiamento del vostro computer, vi costringerà solamente ad un reboot 😀